Most Popular


Piano Classes Pune - Benefits of Learning Music
Taking part in piano can belearned by several strategies. Self taught by copying others and generallyworking out tunes. This is ... ...



Governo, il contratto' Sul web è da ridere: "Ecco la vera bozza"

Rated: , 0 Comments
Total hits: 2
Posted on: 05/16/18
A volte bisogna arrendersi di fronte all'ironia del web. E ridere. Questa è una di quelle. Sul web infatti è spuntato lo scherno al programma del governo del cambiamento che dovrebbero siglare Matteo Salvini e Luigi di Maio. Ieri è stata pubblicata una bozza, forse quella scritta dal M5S, che ha fatto molto discutere. E scatenare la Rete.La bozza di programma per il governoIn fondo i temi della bozza hanno fatto sorridere in molti. Si parla della richiesta di cancellazione di 250 miliardi di euro di debito italiano da presentare alla Bce di Mario Draghi. E anche dell'impegno a riformare i trattati Ue. E ancora la possibilità di abbandono della moneta unica, la creazione di un "comitato di riconciliazione" per dirimere le controversie tra i partiti di governo (di cui farebbero pare i leader, il presidente del Consiglio, il ministro competente sul dissidio, il ministro per l"Attuazione del programma e altri).Bene. Oggi pomeriggio Enrico Zanetti, ex Viceministro al ministero dell'Economia e delle Finanze nel Governo Renzi, pubblica un post sulla sua pagina Facebook in critica la flat tax teorizzata dalla Lega. Flat tax che, secondo i primi rumors, non dovrebbe essere una tassa "unica" (come dice il nome), ma forse con: 15% per chi ha un reddito famigliare fino a 80mila euro e del 20% per chi supera la soglia fissata.[[fotonocrop 1528092]]Ecco la bozza da ridereNei commenti però appare la (scherzosa) foto del "vero" contratto di governi giallo-verde (guarda la foto). I punti sono scritti a penna su un foglio bianco A4 con in testa il titolo "progamma di governo" e un simpatico "Matteo t.v.b.". Sulla Flat tax dopo aver cassato l'aliquota al 15%, quella al 17%, 18% e 19%, la scelta finale sarebbe finita su una "percentuale a noleggio". Sul reddito di cittadinanza, invece, vista l'impossibilità di darla "a tutti" o solo a "qualcuno", alla fine andrà alle "prime dieci telefonate" con l'aggiunta di "una bici cambio Shimano". Sul nome del premier (vero nodo della questione) e sulla giustizia, la scelta spetterebbe a Silvio Berlusconi. Sulla scuola? "Un con l'apostrofo sempre" (per non sbagliare). E al punto "grandi opere" la risposta è semplice: "Operone".Andiamo avanti. Il nodo dell'Europa e dei rapporti con Bruxelles sarà risolta nel modo più semplice: "Decide l'Europa". I vaccini invece "saranno obbligatori solo per le malattie portate dagli extracomunitari". Infine due decreti da fare subito: assegnare lo scudetto al Napoli e la coppa Italia alla Juventus. Senza dimenticare "3 margherite", "2 prosciutto e funghi", "1 diavola" e "6 birre grandi". Più che un tavolo tecnico per il governo, una tavolta. Con tanto di una partita a Tris.




>>



Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment


Login


Username:
Password:

forgotten password?